Category Archives: morbide notizie

notizie dal mondo dei peluche

Ted 2 torna al cinema l’orsetto combinaguai.

ted 2 orsetto

ted 2 orsetto

Ted è un film del 2012 scritto e diretto da Seth MacFarlane, con protagonisti Mark Wahlberg, Mila Kunis e lo stesso Seth MacFarlane nei panni di Ted (usando la tecnica del motion capture). La storia parla di John, un ragazzino senza amici, che nel giorno di Natale esprime il desiderio che l’orso di peluche che i suoi gli hanno regalato diventi vero. La magia avviene, e nel corso degli anni John e Ted restano inseparabili. Ma quando quest’ultimo inizia a diventare un problema nei rapporti tra John e l’amatissima fidanzata Lori, si renderà necessario fare una scelta.

ted 2 al cinema

ted 2 al cinema

Dall’autore dei Griffin e American Dad, Seth MacFarlane, è una commedia sull’immaturità e l’amicizia, con l’orsacchiottone più ribaldo, simpatico e mattoide della storia del cinema. Nel film di quest’ anno, Ted 2, l’orsetto e la sua neo moglie vorrebbero avere un bambino, ma non sono qualificati per questo. Ben presto le cose prenderanno una piega inaspettata. Il primo trailer del film è uscito a gennaio 2015. Il film verrà distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi e poi nel resto del mondo il 26 giugno 2015.

lost and found peluche un sito per ritrovarli

lost and found

lost and found

Lost and found peluche un sito per ritrovarli. Teddy Bear Lost and Found è infatti un elenco con database per orsetti e piccoli giocattoli morbidi perduti e trovati sia in Inghilterra che in giro per il mondo. Inserendo il proprio annuncio sul sito Lost and Found, il messaggio verrà automaticamente pubblicato su Twitter, Facebook con una ricerca anche sul sito Pinterest. Per visitare il sito clicca qui.

 

 

Barbapapà Talus Taylor muore l’inventore dei celebri cartoon

barbapapa talus taylor

barbapapa talus taylor

«Resta di stucco è un barbatrucco»: tutti i bambini conoscono la frase cult di Barbapapà. Ora bisognerà spiegare che il “papà” di quel personaggio morbidoso, gommoso e duttile con la sua numerosa colorata famiglia di Barbamamma e ben sette Barbottini, è scomparso, a Parigi all’età di 82 anni. Talus Taylor, creatore insieme alla moglie Annette Tyson di Barbapapà, è deceduto il 19 febbraio, ma la notizia è stata diffusa solo a Marzo. Barbapapà, che prende il nome dal termine francese che indica lo zucchero filato (barbe à papa), era stato inventato nel 1970, e aveva subito conosciuto un grande successo, in Francia e in Europa. Oggi, i 10 volumetti delle sue storie hanno venduto milioni di esemplari in tutto il mondo, e sono stati tradotti in più di 30 lingue, così come la loro versione in cartone animato, creata a metà degli anni Settanta. Talus Taylor, artista americano di origine irlandese, da sempre residente a Parigi, è stato uno dei fumettisti più noti e allo stesso tempo più riservati. Nato a San Francisco, con un passato giovanile classicamente hippy, era noto per la proverbiale maniacalità nel suo lavoro al punto che non diede l’autorizzazione anni fa ad una serie animata giapponese pronta su Barbapapà perché «non all’altezza», dando solo successivamente il permesso. La nascita del personaggio fu nel pieno del Maggio francese, ma di politico quella storia ha ben poco. «Ero un giovane insegnante di matematica e Annette – aveva raccontato in una intervista l’artista come ospite di Cartoons on the bay nel 2009 – era una studentessa di architettura alla Sorbona. In quel bistrot francese, mentre gli studenti parlavano di filosofia e rivoluzione, io cercavo di conquistare Annette e cominciai a fare disegni semplici sulla tovaglia. È nato così il personaggio e anche il mio matrimonio».

orsetti di gomma nei wurstel per scherzo diventano ricetta

orsetti di gomma

orsetti di gomma

Orsetti di gomma nei wurstel per scherzo diventano ricetta. Anche se il nome dell’azienda, Grundhofer’s Old Fashioned Meats, farebbe pensare una stretta aderenza a tradizioni e ricette antiche, il loro catalogo comprende una serie di wurstel dai gusti decisamente insoliti: alle more, al bloody mary, ma soprattutto agli orsetti gommosi. Il tutto è nato per uno scherzo che alcuni amici hanno fatto al titolare Spencer Grundhofer: gli hanno fatto una lista delle aromatizzazioni che avrebbero voluto per i wurstel, e hanno messo nella lista anche gli orsetti gommosi, per prenderlo in giro. All’inizio Spencer ha rifiutato l’idea, ma lo scherzo è andato avanti con la complicità di amici di amici, che quasi tutti i giorni andavano a chiedere se fossero arrivati i wurstel agli orsetti gommosi. Alla fine Spencer ha veramente fatto i wurstel, come “vendetta” nei confronti di Joe Berglund, che aveva organizzato lo scherzo, intimandogli: “Li ho fatti. Adesso li mangi.” Quello che forse non si aspettava nessuno dei due, però, è che questi wurstel fossero effettivamente buoni. E da allora Spencer ha dovuto tenerli fissi nel menu.

Unipol Sai spot con i peluche protagonisti

Unipol Sai spot

Unipol Sai spot

Unipol Sai spot con i peluche protagonisti lanciato per la primavera 2015. Tv, stampa, radio e web vedranno così come protagonisti un orso di peluche appeso allo specchietto, una mucca di peluche appoggiata sul cruscotto e un cane di peluche con le zampe a ventosa attaccato al finestrino, tutti pronti a parlare dell’incredibilità dell’offerta di UnipolSai. La campagna, realizzata da Leo Burnett, partita a fine febbraio con un’importante pianificazione media,  coprirà in maniera sinergica tv, stampa, radio e web. Executive creative directors: Francesco Bozza, Alessandro Antonini. Associate Creative Director/Art: Andrea Marzagalli. Associate Creative Director/Copy: Giovanni Salvaggio. Cdp: Filmmaster Productions. Regia: Matteo Pellegrini. Pianificazione Media: Starcom.

unipol sai spot personaggi

unipol sai spot personaggi