Matrimonio civile per tutti, la svizzera è pronta

Matrimonio civile per tutti
Matrimonio civile per tutti

La Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale svizzero ha deciso di dar seguito all’iniziativa parlamentare dei Verdi liberali denominata “Matrimonio civile per tutti” che prevede l’istituzione di unioni civili rivolti a coppie gay ed eterosessuali. Lo ha fatto con 12 voti favorevoli, 9 contrari ed un astenuto. Dato che la proposta comporterebbe una modifica costituzionale, l’ultima parola spetterà agli elettori anche se due sondaggi realizzati dai domenicali SonntagsBlick e SonntagsZeitung. Nel primo caso il 54% del campione si è espresso a favore dell’introduzione del matrimonio egualitario, nel secondo caso la percentuale sale sino al 71%. In ambo i casi le donne sono risultate le più favorevoli (con il 77% a favore contro il 64% registrato fra gli uomini). Ovviamente le percentuali si abbassano drasticamente dinnanzi ai simpatizzanti del PPD, il partito cattolico che vorrebbe una modifica costituzionale volta a sancire che il matrimonio debba essere un’unione esclusiva fondata sull’unione fra uomo e una donna.