Giovanardi e Roccella contro i progetti scolastici sull’identita di genere

giovanardi roccella
giovanardi roccella

Carlo Giovanardi ed Eugenia Roccella, entrambi del Ncd chiedono con una interpellanza presentata alla Camera e al Senato che sia impedito nelle scuole parlare di identità di genere. Il tentativo è quello di impedire lo svolgimento del programma redatto dal Ministero della Pubblica Istruzione e dall’Unar che si svolgerà dal 24 al 30 novembre nelle scuole di ogni ordine e grado.
I due sostengono che «mentre è sacrosanto combattere nelle scuole ogni forma di violenza e di discriminazione è intollerabile un indottrinamento degli alunni sin dalla scuola primaria alla teoria del gender, tramite un organismo che non garantisce le “condizioni di imparzialità” previste dalla legge con pesanti giudizi negativi sulla religione cattolica la famiglia e la società e inaccettabili e offensivi apprezzamenti sul ruolo di questi fondamentali istituti nella storia e nella cultura del nostro paese». In altre parole, nelle scuole non bisognerebbe neppure dire che il colore della pelle non influisce sul valore delle persone dato che, così facendo, si rischierebbe di non essere imparziali e ci si schiererebbe contro i razzisti. Simona Malpezzi, deputata del Partito Democratico e componente in Commissione Cultura alla Camera, ha commentato: «Lasciano di stucco le parole con cui autorevoli esponenti del Ncd hanno chiesto di escludere l’identità di genere dal programma organizzato dal ministero della Pubblica Istruzione. Ciò segnerebbe un intollerabile passo indietro.»

Mister Gay Europe in diretta streaming sabato 14 giugno ore 20.00

mister gay europe 2014 concorrenti
mister gay europe 2014 concorrenti

Mister Gay Europe in diretta streaming sabato 14 giugno ore 20.00. L’annuale evento legato alla bellezza ma soprattutto all’orgoglio gay anche quest’ anno va in diretta streaming da una delle nazioni partecipanti.  E’ L’austria quest’ anno ad ospitare la manifestazione nella splendida cornice della città di Bregenz, sulle rive del lago Costanza. La serata chiude la serie di giornate dedicate alle selezioni. Dal 7 al 14 infatti una serie di spettacoli ed eventi sportivi per meglio scegliere tra i candidati. L’Italia non parteciperà per problemi legati al declino dell’ invito da parte del rappresentante Italiano Giovanni Licchello, il resto dell’ Europa c’è e si sfiderà a colpi di sfilate, gare e soprattutto talento.  Segui la diretta da questa pagina tramite il player qui sotto.

Fano primo Comune in italia a trascrivere nozze gay

Fano Fausto Elwin
Fano Fausto Elwin

Fano sarà la prima città in Italia a trascrivere un matrimonio gay con un atto diretto del sindaco. Sarà questo l’ultimo atto diretto di Stefano Aguzzi prima di terminare il mandato. Il matrimonio riguarda Fausto Schermi ed Elwin van Dijk, due uomini che si erano sposati in Olanda nel 2008. Anche a Grosseto l’amministrazione aveva registrato un matrimonio omosessuale, ma solo dopo una sentenza. Il presidente dell’associazione Arcigay Agorà Jacopo Cesari annuncia così l’ultimo atto del mandato del primo cittadino Stefano Aguzzi. Il sindaco uscente di centrodestra trascriverà venerdì prossimo nella sala della Concordia il matrimonio di Fausto Schermi ed Elwin van Dijk nel registro di stato civile. Schermi, 58 anni, ex dirigente comunale, e van Dijk, 56, educatore, si sono sposati in Olanda nel 2008 ma sono uniti da 30 anni. Il 17 maggio, nella Giornata mondiale contro l’omofobia, avevano consegnato al sindaco il loro certificato di matrimonio in una sorta di ‘festa di nozze’ con corteo, chiedendo la trascrizione dell’atto nel registro comunale. Aguzzi aveva girato il documento all’ufficio competente, che ha dato il via libera. “L’appuntamento è venerdì 30 maggio ore 9 di fronte al Comune – spiega Cesari -. Saliremo poi tutti insieme nella Sala della Concordia”, quella dove di celebrano le nozze civili. “Come presidente di Arcigay Agorà voglio ringraziare Fausto ed Elwin per aver donato a tutta la comunità Lgbt la loro storia, per l’impegno e l’energia instancabile di queste settimane, per non aver mai smesso di crederci. Grazie anche a Stefano Aguzzi che ha saputo cogliere l’opportunità politica di segnare un passo avanti straordinario sul cammino dei diritti nel nostro Paese. Grazie a quanti in queste settimane hanno messo in gioco tanto per conquistare il diritto ad essere riconosciuti e ad essere felicemente se stessi. Abbiamo aperto una strada, ora percorriamola!”.

Britain’s gay Oscars i vincitori del 2014

out & g3 readers awards holly johnson
out & g3 readers awards holly johnson

Britain’s gay Oscars, gli Oscar Lgbt inglesi assegnati dalle riviste “Out” e “G3″ sono stati assegnati durante una serata evento al Landmark Hotel. A vincere come celebrità sportiva dell’anno è stato il tuffatore olimpionico Tom Daley. Insieme a lui, durante la serata sono stati rivelati tutti gli altri premiati inclusi il comico e presentatore televisivo Paul O’Grady e l’attrice e musicista Heather Pace.Tra gli altri ospiti di rilievo anche Cilla Black , Sam Fiere , Katie Price , Ben Cohen , Sinitta , Denise Welsh, Gareth Thomas , Louie Spence , Christopher Biggins , Charlie King Michelle Collins , Holly Johnson e John Partridge. Ma ecco i vincitori dei vari premi di questa edizione 2014:

LGBT Network Group: Tesco and Societe Generale
Charity or Community Initiative: Stonewall
Best Event: Pride in London
Brand of the Year: Channel 4
Marketing Campaign of the Year: Natwest
Corporate Straight Ally: Ann-Marie Hutchinson e Curt Hess (Barclays)
LGBT Diversity Champion: Liz Bingham e Colin Campbell Austin
Inspirational Role Model: Suran Dickinson (Diversity Role Models) & Mark Palmer-Edgecumbe (Google)
Celebrity Straight Ally: Joey Barton (QPR)
Sports Personality of the Year: Tom Daley
Broadcaster of the Year: Jane Hill (BBC News) e Graham Norton
Celebrity of the Year: Paul O’Grady e Heather Peace
Rising Star: Kieron Richardson (Hollyoaks)
Lifetime Achievement Award: Holly Johnson (Frankie Goes to Hollywood) e Angela Eagle MP

Votiamo il personaggio più invasivo del 2014

Votiamo il personaggio più invasivo del 2014
Votiamo il personaggio più invasivo del 2014

Votiamo il personaggio più invasivo del 2014. Quale sarà il personaggio mediaticamente più esposto di quest’anno? Lo scopriremo tramite questo sondaggio iniziato un po’ per gioco e un po’ per una effettiva constatazione di come i media in generale possano esasperare il pubblico con la sovraesposizione di determinati personaggi in nome di audience e di tiratura di copie da vendere. Spot pubblicitari, apparizioni tv, cartelloni, copertine; tutto fa brodo in termini di popolarità anche se a volte si può esagerare. Per questo vi chiediamo di votare il personaggio più “invasivo” , simpatico o antipatico, bello o brutto, italiano o straniero che sia. A fine anno scopriremo chi colpevolmente o inconsapevolmente ha esagerato o chi ci è andato  molto vicino. Tra i più segnalati già in partenza risultano Peppa Pig, vero fenomeno del2013 che continua il suo tormento sui più piccoli ma anche Papa Francesco che da quando è stato eletto è in continua ascesa. Entrambi hanno una loro rivista e canali televisivi sui quali sono presentissimi oltre a gadget e articoli di ogni genere che li riguarda. Ovviamente è possibile segnalare eventuali nominativi non inseriti nel sondaggio e contribuire all’elenco.


Personaggi invasivi 2014

Vota il personaggio mediaticamente più invasivo del 2014

G.R.Network