Tag Archives: cinema

Torino gay & lesbian film festival 30 anni di visioni

orino gay & lesbian film festival
orino gay & lesbian film festival

Si terrà dal 29 aprile al 4 maggio nel capoluogo piemontese il Torino Gay & Lesbian Film Festival. L’edizione 2015 segnerà anche il 30° anniversario della manifestazione cinematografica, motivo per cui il numero 30 sarà il fil rouge dell’intero programma. «30 anni di emozioni -ha soddisfatto il direttore Giovanni Minerba – in cui abbiamo sempre cercato di fare del cinema e della cultura uno straordinario e democratico mezzo per avvicinare le persone; per raccontare contraddizioni e traguardi; per narrare una storia poetica ma in grado di scuotere le coscienze. Questo compleanno, poi, per noi è ancora più lieto per il ritorno, dopo anni, del patrocinio della Regione Piemonte». Il 30° Torino Gay & Lesbian Film Festival si svolgerà come nella consueta sede presso la Multisala Cinema Massimo del Museo Nazionale del Cinema di Torino con una formula innovativa, “30/30/30″, pensata appositamente per l’anniversario di quest’anno. In concordo ci saranno 30 lungometraggi, 30 cortometraggi e 30 eventi extra. Parallelamente, si svolgerà anche la sesta edizione di “A qualcuno piace libro”, l’appuntamento letterario ospitato dal Circolo dei Lettori durante i giorni del festival. I premi in palio saranno quattro: il Premio Ottavio Mai, individuato da una giuria di tre esperti, il Premio Queer e il Premio al miglior Cortometraggio (con due giurie composte da studenti del Dams dell’Università di Torino e dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino) e il premio The Best Torino, scelto direttamente dal pubblico. Il payoff sarà «30 anni diversi perché unici», ove il termine “diverso” viene inteso nel senso più positivo e distintivo. È difficile riassumere la storia di 30 anni del Torino Gay & Lesbian Film Festival. Nel video seguente, personaggi e immagini in un piccolo teaser che permette di ripercorrere un’avventura iniziata nel 1986, che raggiunge nel 2015 un anniversario importante. Volti, nomi e soprattutto film. Passione e soprattutto cultura.

Bafta 2015 Cuba Gooding junior bacia Stephen Fry sulla bocca

bafta 2015
bafta 2015

Bafta 2015 Cuba Gooding junior bacia Stephen Fry sulla bocca, nonostante Fry si sia appena sposato col suo partner, Elliot Spencer. E’ successo all’edizione 2015 dei Bafta, gli Oscar inglesi dove il presentatore, Cuba appunto, per scherzo ha preso in contropiede Fry ed invece di baciarlo sulla guancia ha corretto il tiro dritto sulla bocca.  Il 47 enne era salito sul palco per dare il premio come miglior attrice a Patricia Arquette per il suo ruolo in Boyhood ma ha approfittato del passaggio di testimone di Fry per baciarlo. Il motivo? Nel corso della serata per una serie di coincidenze è stato baciato da altri colleghi e Cuba non ha voluto essere da meno. In quanto alle premiazioni Grand Budapest Hotel e Birdman a bocca asciutta, La teoria del tutto e Boyhood alle stelle. Questo il risultato finale dei premi Bafta 2015, gli Oscar inglesi assegnati fin dal 1947, quando la British Academy of Film and Television Arts venne fondata da David Lean, Alexander Korda, Carol Reed e Charles Laughton. E’ il film di Richard Linklater, Orso d’Argento e anteprima al festival di Berlino giusto un anno fa nel 2014, a portare a casa i due premi più pesanti: quello come miglior film e quello come miglior regista, a cui va aggiunto il premio a Patricia Arquette come miglior attrice non protagonista. Nella maratona tv durante la quale è apparso come ospite il fisico Stephen Hawking non poteva che finire sul podio uno dei biopic che ha più colpito e intenerito gli spettatori nell’inizio stagione 2015: La teoria del tutto, basato proprio sulla vita del celebre scienziato inglese affetto da atrofia muscolare progressiva. Per il film di James Marsh il Bafta come miglior film inglese, per la sceneggiatura non originale, e un riconoscimento già scritto, quello come miglior attore all’inglese Eddie Redmaine, oramai star nazionale al pari di quel Benedict Cumberbatch, protagonista di The Imitation Game, altro titolo “forte” basato su una storia un po’ più controversa, quella del matematico omosessuale e per questo perseguitato Alan Turing, rimasto anch’esso a secco nonostante le nove nomination. Altro film vincitore a sorpresa di ben tre Bafta (suono, montaggio e attore non protagonista – J.K.Simmons) è Whiplash, piccolo gioiello indipendente Usa su un ragazzo che sogna di diventare il più grande batterista jazz del nuovo secolo.
Guarda il video della scena del bacio.