Tag Archives: moda

La moda tra comico e chimico

marchio contraffatto
marchio contraffatto

Se è vero che “l’imitazione è la forma più sincera di adulazione”, la Cina ama i grandi marchi internazionali. Peccato che nel caso di prodotti coperti da copyright se si esagera si finisce per violare le norme in materia di “contraffazione”, definita dalla Guardia di Finanza come l’utilizzo di un “marchio di fabbrica o di commercio identico a quello validamente registrato per gli stessi tipi di merci, o che non possa essere distinto nei suoi aspetti essenziali da tale marchio di fabbrica o di commercio e che pertanto violi i diritti del titolare del marchio in questione”. Ma la norma è facilmente aggirabile: basta fare piccole modifiche al logo per invadere il mercato di “cloni mancati” in versione low cost. La Cina (e non solo) ha lanciato moltissimi marchi “storpiati”, molto spesso con effetti comici. E’ di questi giorni, a riprova che la qualità prende le distanze che anche Burberry si impegna ad eliminare le sostanze chimiche pericolose dai propri prodotti entro il 1° gennaio 2020. La decisione arriva dopo due settimane di pressione da parte dei consumatori in tutto il mondo, da Pechino a Roma a Città del Messico, sia attraverso i social media che con iniziative dei volontari di Greenpeace. Già a giugno 2014 l’azienda inizierà a rendere note le informazioni sulle sostanze chimiche contenute negli scarichi in acqua dei suoi fornitori nel mondo ed entro il 1° luglio 2016 eliminerà tutti composti perflorurati e polifluorurati dalla sua filiera, sostanze usate per impermeabilizzare i tessuti. “Burberry ha fatto la mossa giusta e ha mantenuto la sua reputazione, seguendo l’esempio dato da Valentino un anno fa a tutte le case di Alta moda con l’impegno a eliminare le sostanze chimiche pericolose.