Category Archives: duetto

Inno alla diversita con Daniele Ronda e Mimmo Cavallaro

Inno alla diversita Daniele Ronda Mimmo Cavallaro
Inno alla diversita Daniele Ronda Mimmo Cavallaro

Inno alla diversità con Daniele Ronda e Mimmo Cavallaro è da poco uscito su youtube ed in vendita nei principali digital store. Il piacentino Daniele Ronda, interpreta in duetto con il leader dei calabresi TaranProject, Mimmo Cavallaro, questo brano, che permette a due voci autorevoli del panorama World italiano di rompere le barriere culturali tra nord e sud attraverso la musica e il loro dialetto, per fondersi in un unico progetto. Nel videoclip, girato in un tipico borgo italiano e diretto da Massimo Albasi, Daniele Ronda e Mimmo Cavallaro si raccontano ognuno nella propria lingua. Separati inizialmente da un muro, si ritroveranno insieme davanti ad un pianoforte per dare vita ad un dialogo musicale che unisce mondi lontani eppure solo apparentemente diversi. “Il nostro è un paese in movimento, si muove perché popoli diversi che lo distinguono si muovono, si incontrano e si uniscono, e da questa mescolanza na sce una nuova comune identità. La diversità è il motore che muove il processo di arricchimento reciproco”, spiega Ronda.

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi io sono una finestra

grazia di michele e mauro coruzzi
grazia di michele e mauro coruzzi

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi al Festival di Sanremo hanno lasciato un punto interrogativo. Ci si aspettava almeno il premio della critica per questo brano scritto dalla Di Michele ed ispirato, come lei ha dichiarato, da Coruzzi stesso. Praticamente scartato in partenza al Festival di Sanremo, nella serata delle prime eliminazioni, ha lasciato un forte dubbio in chiunque lo abbia ascoltato se non fosse un peccato di sottovalutazione. La giuria “popolare”, quella del voto da casa, ha sicuramente un ruolo importante ma altrettanto lo hanno le case discografiche presenti al festival con le loro pressioni mediatiche e la giuria di “esperti” presente in sala. Fatto sta che qualche giornalista ha persino osato definirlo troppo ricercato nel vocabolario definendolo poco popolare. In un festival forse anche troppo popolare.

Renato Zero sparisce dal disco di Fiorella Mannoia

fiorella mannoia
fiorella mannoia

Renato Zero sparisce dal disco di Fiorella Mannoia. Succede dal nuovo album di duetti. Di seguito la motivazione di Fiorella Mannoia.
“Comunicazione di servizio. Le collaborazioni tra Artisti. Non mi ricordo più quante volte ho avuto il piacere di accettare l’invito rivoltomi dai miei colleghi artisti a fare qualcosa insieme. L’ho sempre considerato un privilegio. Per il mio ultimo disco sono stata io ad ospitare 13 artisti che, in qualche maniera, hanno segnato la mia carriera. Tra loro, come avrete visto, Renato Zero con cui sono amica da 30 anni. A tutti ho spiegato il progetto e tutti con grande generosità si sono messi a disposizione. Anche Renato, che è venuto in studio a cantare, con mio enorme piacere, una bellissima versione di “Cercami”. Poi, il giorno prima che l’album fosse pubblicato, Renato improvvisamente mi ha detto di non voler più partecipare a questo progetto per delle sue pendenze con la casa discografica che da sempre distribuisce i miei dischi. Questioni loro che non conoscevo né voglio conoscere e che non c’entrano con il mio disco, con la nostra collaborazione, con la nostra amicizia. Gli ho risposto che oramai era troppo tardi e che il disco era già praticamente nei negozi, come lui peraltro sapeva benissimo. A nulla sono serviti il mio dispiacere e la mia estraneità a tutto questo. Rispetto le sue scelte ma evidentemente abbiamo una visione diversa del rapporto con la musica, del nostro mestiere e della gioia di fare le cose insieme. E per questo nelle ristampe di “Fiorella” che saranno distribuite in futuro, nonché sul digitale, purtroppo non troverete più “Cercami” in duetto con Renato Zero. Non avrei mai pensato di trovarmi in una situazione come questa, ma…è andata così. Mi dispiace”

il Bitsch di Milano ha la sua sigla

Cosa succede quando un locale gay estivo sceglie un brano come sigla e ne fa un video promozionale da sparare su internet? E’ subito successo. E’ quello che accade al videoclip sigla del Bitsch 2007, locale di milano che dal primo giugno inaugura alle piscine Saini e che si intitola “ci piace macho”. Il brano in realtà è del duo napoletano Raffaella e Angela Fiore ma nel video è interpretato da due simpaticissime drag queen residenti al Bitsch, Sophie e Madame contornate da cubisti in mutande dorate. Il brano è contenuto nell’album di Angela Fiore “A due passi dal cuore”. Nei peggiori negozi di dischi… oppure su MusicaNapoletana.com (al prezzo “popolare” di €9,00).




Fabrizio Corona approda al rap

Fabrizio Corona Kalief
Fabrizio Corona Kalief

Era inevitabile che Fabrizio Corona, personaggio mediatico del momento, non sfruttasse l’occasione per incidere un brano. Si intitola “Corona non perdona” il brano di Kalief nel quale fa mostra del suo pensiero anche Corona, brano destinato a restare negli archivi come risposta ai suoi “persecutori”. Fabrizio Corona infatti, venditore di servizi fotografici alle piu grandi riviste italiane di scoop e scandali, ha subito negli ultimi tempi pesanti condanne e attacchi legali dovuti a presunti ricatti da parte sua nei confronti di personaggi famosi ai quali vendere foto compromettenti. Dopo tre mesi di prigione quindi, Corona ha pensato di vendicarsi con un rap chiedendo aiuto al suo amico rapper Kalief. Nel video, tra auto, catene e tatuaggi anche il ritornello che è tutto un programma: Corona non perdona.


guarda il video