Category Archives: promossi

Giorgio Moroder icona gay a 74 anni

Giorgio Moroder icona gay
Giorgio Moroder icona gay

Giorgo Moroder,  senza dubbio personaggio alle origini della musica disco ed ispirazione e autore di tante hit di successo è una icona della musica elettronica divenuto nel tempo punto di riferimento per generazioni di musicisti e interpreti. Ma Giorgio Moroder può anche definirsi una icona gay? Il suo iconico baffo anni 70 ha lanciato ma anche contribuito al mito di nomi leggendari dell’ iconografia gay internazionale come Donna Summer, Blondie, Freddie Mercury, Irene Cara e tanti altri. Il suo ultimo album, prodotto e uscito poco prima dei suoi 74 anni, è una conferma del laccio che lo lega inevitabilmente al panorama gay.  Uscito a distanza di trenta anni dal suo precedente album “Deja vu” è ricco di partecipazioni; da Kylie Minogue a Sia a Britney Spears, Kelis ed altri nomi inequivocabilmente legati al panorama gay. E che dire di “take my breath away” scritta per i Berlin colonna sonora di Top Gun oppure della colonna sonora di “American Gigolò” con Richar Gere o della mitica “What a feeling” traino di Flashdance? Tracce lasciate qua e la nella memoria che uniscono un percorso “gay addicted” musicale ben definito. Lui stesso ha dichiarato di amare le voci femminili della musica pop e con alcune di queste è riuscito ad avere delle collaborazioni artistiche. Un sound elettronico ispirazione per i Daft Punk che gli hanno anche dedicato un disco ma anche ispirazione per una linea di tastiere elettroniche a lui dedicata. Prepariamoci ad altre sorprese. Moroder non si ferma qui.

Questa la tracklist dell’ ultimo album “Deja vu”

01. 4 U With Love
02. Déjà Vu feat. Sia
03. Diamonds feat. Charli XCX
04. Don’t Let Go feat. Mikky Ekko
05. Right Here, Right Now feat. Kylie Minogue
06. Tempted feat. Matthew Koma
07. 74 is the New 24
08. Tom’s Diner feat. Britney Spears (Suzanne Vega cover)
09. Wildstar feat. Foxes
10. Back and Forth feat. Kelis
11. I Do This For You feat. Marlene
12. La Disco

Sinner il peccato pop italiano

SINNER photographed by GIUSEPPE VITARIELLO
SINNER photographed by GIUSEPPE VITARIELLO

Pugliese di Bari con una vocazione al pop internazionale Francesco Fidati, per tutti Sinner, è ormai una realtà della musica italiana.  Definito dalla rivista Rolling Stones “la risposta italiana a Lady Gaga“, racconta: «Sono un ragazzo estroso dai molteplici aspetti, cresciuto con il suo sogno americano.. Ovvero diventare una popstar mondiale, icona della comunità GAY :) Maschio, ma con i tacchi. Un po’ un fetish, un po’ il sogno nascosto di tanti di noi. Nasco come S!nner nei club della Puglia, facendo animazione e pian piano ho creato il mio spazio. Amo curare la mia immagine in ogni dettagli e tutto cio che indosso è creato da me.. Vorrei riportare in vita il fenomeno pop anni 90 con tutto quello che all’epoca mi ha fatto impazzire e sognare e  reso quello che sono. Perché Sinner? Perché il peccato è basato fondamentalmente sull’amore, nessuno è meno peccatore di un altro. L’amore di per sé genera peccato, e la mia è una provocazione: il peccatore è l’essere umano”.

Sinner photo by Luca Brunetti
Sinner photo by Luca Brunetti

Prima che il mondo si rendesse conto che un ragazzo austriaco con la barba può essere a suo agio in abiti femminili e cantare splendidamente – Conchita Wurst, la drag queen vincitrice di Eurovision – Sinner era già al lavoro. Niente barba, ma un paio di baffetti a metà strada tra Freddie Mercury e i Village People, per non parlare del taglio di capelli e del trucco alla Grace Jones. Sinner il suo bel festival internazionale lo ha avuto nel giugno 2014 a Parigi quando ha partecipato all’ Euromusic Contest insieme ad altri artisti da tutta Europa. Per quest’ anno prepara un tour spinto da un medley di suoi ultimi singoli. Qui il sito ufficiale.

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi io sono una finestra

grazia di michele e mauro coruzzi
grazia di michele e mauro coruzzi

Grazia Di Michele e Mauro Coruzzi al Festival di Sanremo hanno lasciato un punto interrogativo. Ci si aspettava almeno il premio della critica per questo brano scritto dalla Di Michele ed ispirato, come lei ha dichiarato, da Coruzzi stesso. Praticamente scartato in partenza al Festival di Sanremo, nella serata delle prime eliminazioni, ha lasciato un forte dubbio in chiunque lo abbia ascoltato se non fosse un peccato di sottovalutazione. La giuria “popolare”, quella del voto da casa, ha sicuramente un ruolo importante ma altrettanto lo hanno le case discografiche presenti al festival con le loro pressioni mediatiche e la giuria di “esperti” presente in sala. Fatto sta che qualche giornalista ha persino osato definirlo troppo ricercato nel vocabolario definendolo poco popolare. In un festival forse anche troppo popolare.

Elastic Heart nuova conferma di successo per Sia

elastic heart sia
elastic heart sia

Elastic Heart è la nuova conferma di successo per Sia. Dopo il grandissimo successo di Chandelier, uno dei pezzi più belli del 2014, Sia ha rilasciato il suo nuovo singolo estratto dall’album “1000 Forms of Fear”. Anche in questo caso la cantante sceglie di non mostrarsi ma affida il video ufficiale all’attore Shia LaBeouf e alla giovanissima ballerina Maddie Ziegler. Intrappolati in una gabbia, inizialmente lottano fra di loro ma nel finale, solo uno dei due riesce a passare attraverso le sbarre e a liberarsi. Per l’altro, lacrime e sconforto. Il video ha subito avuto un boom di visualizzazioni grazie al successo del precedente singolo e della conferma di Maddie Ziegler che per il video “Chandelier”, nel quale Ziegler ne è la protagonista, ha ricevuto una nomination agli MTV Video Music Awards 2014, per Miglior Video dell’Anno e Miglior Coreografia, vincendo il premio per migliore coreografia. Nonostante questo, il video di Elastic Heart ha ricevuto molte critiche a causa della loro differenza di età. Nonostante la spiegazione di Sia, ha comunque chiesto scusa su Twitter per coloro che potevano offendersi.

Gisele Bundchen canta Heart of glass per H&M

gisele bundchen canta heart of glass per h&m
gisele bundchen canta heart of glass per h&m

Gisele Bundchen canta Heart of glass per H&M, non contenta di essere il volto e il corpo della campagna pubblicitaria dei costumi da bagno di H & M per l’estate 2014,  ha deciso di prestare anche la sua voce. Dopo aver cantato lo scorso anno la canzone All Day And All Of The Night dei The Kinks per il marchio svedese, la super top model brasiliana ha scelto di cantare Heart Of Glass di Blondie. Ancora una volta, H & M devolverà tutte le royalties derivanti dalla vendita del singolo su iTunes all’UNICEF. La canzone, che è stato prodotto dal DJ Bob Sinclar, ha anche visto la produzione di un video che la vede danzare e giocare su una spiaggia del Costa Rica e ricorda molto il video della campagna che aveva precedentemente visto protagonista Beyoncé. Il video ha debuttato a Good Morning America e mostra la Bundchen che gioca sensuale con alcuni costumi molto sexy di H & M. La top model ha pubblicato il video su tutti i suoi canali social media con la didascalia: “Mi sono veramente divertita tanto a cantare. Spero che la canzone raccolga un sacco di fondi per l’UNICEF.
Il brano scaricabile a pagamento dal negozio iTunes sarà devoluto all’UNICEF. La campagna in-store e sul sito di H & M dal 1 maggio.