Tag Archives: impotenza

pisello di orso polare minacciato dall’ inquinamento

baculum pisello di orso polare baculum

baculum pisello di orso polare

Pisello di orso polare minacciato dall’ inquinamento e minacciata la loro possibilità di riprodursi. Il pericolo si chiama (meglio noto con l’acronimo di PCB) policlorodifenile, sostanza chimica estratta dal sistema riproduttivo dell’ Ursus maritimus, l’animale mitico del Nord. Ampiamente usato per decenni dall’industria, per esempio nella fabbricazione di apparecchiature elettriche, questo composto organo-clorurati è stato gradualmente escluso a causa della sua elevata tossicità e natura cancerogena, ma anche per il ruolo di perturbatore endocrino. Ma questo divieto non ha risolto tutti i problemi vista la persistenza nell’ambiente. Dalle correnti marine e atmosferiche, queste molecole tornano in latitudine dai paesi industrializzati dove sono stati prodotti e si accumulano nella catena alimentare artica. Alla fine degli anni ottanta, l’allarme è stato dato circa la contaminazione di latte materno, in alcune popolazioni che contiene un record di quantità di PCB. E gli orsi polari in tutto questo che c’entrano? È che questi animali si trovano esattamente nello stesso posto dove torna la sostanza chimica che mette in gioco lo sviluppo degli organi riproduttivi. Alla fine degli anni novanta, così c’era l’aspetto delle femmine di cosiddetto “pseudo-ermafroditi” che possedeva, oltre ad aver tratto riproduttivo femminile, un pene embrionale…
Sapendo che i PCB hanno anche un’influenza sulla formazione dell’osso, questa squadra è interessata a un osso specifico dell’anatomia del maschi orsi, denominato il baculum. È un osso inserito nel pene, che entra in azione durante la copula per facilitare la penetrazione. l’ homo sapiens ha perso il baculum nel corso dell’evoluzione ma è presente nei suoi cugini scimpanzé e gorilla. Gli autori di questo studio cercano di capire se l’esposizione a PCB ha cambiato la dimensione e la solidità di questo osso necessario per la perpetuazione della specie. Per rispondere alla loro domanda, ricercatori hanno quindi misurato la densità ossea il baculum in otto sottopopolazioni di orsi polari, distribuite intorno alla Groenlandia e Canada settentrionale. Gli scienziati hanno approfittato del fatto che la gente di queste regioni considerano il baculum come una sorta di trofeo di caccia: “È la prova che avete cacciato e ucciso un orso,” ha detto. Così, un campione di 279 ossi potrebbe essere analizzata. Anche se il risultato non è davvero significativo, dimostra che la popolazione in cui il baculum è il più piccolo e meno forte è anche la più esposta a bifenili policlorurati, a nord-est della Groenlandia. Per i ricercatori, un indebolimento del baculum “potrebbe portare a un aumento del rischio di estinzione delle specie a causa del fallimento di accoppiamento e fecondazione che poteva derivare dall’osso penieno indebolita” e probabili fratture si verificano quando l’accoppiamento di questi grandi mammiferi, tra cui maschi più impressionanti raggiungono 700 o 800 chili…

Pene invaginato un incidente curabile

pene invaginato un incidente curabile

pene invaginato un incidente curabile

Pene invaginato. È il termine tecnico che i medici usano per descrivere quando il pene scompare all’interno del proprio stesso corpo. Noto anche come “pene intrappolato” l’invaginazione di solito è provocata da un forte impatto nella zona genitale che spinge il pene all’indietro, al punto da intrappolarlo nello strato di tessuto sottocutaneo e di grasso che si trova tra le pelvi e la base del pene stesso. Visivamente, spiega il dottor Hsin-Kai Wang del Taipei Veterans General Hospital di Taiwan, il pene invaginato si presenta come un guscio di pelle flaccida e vuota simile alla parte finale della proboscide di un elefante. Non è un bello spettacolo, credici. E credici anche se ti consigliamo con tutto il cuore di non digitare “pene invaginato” in Google. La buona notizia è che questo tipo d’incidente è molto raro. E per fortuna è un problema risolvibile tramite estrazione manuale o chirurgica. Se ti può consolare, inoltre, il dottor Wang è stato testimone di un esito felice di questo tipo di incidente: un motociclista il cui pene non ha subito traumi nonostante l’invaginazione e che dopo l’estrazione ha potuto riprendere a urinare e ad avere rapporti sessuali come prima.

Disfunzione erettile un sito per informarsi

disfunzione erettile

disfunzione erettile

Disfunzione erettile, abbiamo visto per mesi in tv spot pubblicitari che la riguardano. L’eiaculazione precoce come quella tardiva e disturbi dell’erezione in generale e della prostata sono argomenti da non sottovalutare. Quanto ne sai? Sul sito uomo e salute istituito dalla Eli Lilly ci sono dei capitoli chiari ed esaustivi su questo tipo di disturbi. l’iperplasia prostatica benigna ad esempio anche nota come ingrossamento della prostata, è una condizione in cui gli uomini hanno difficoltà a urinare. Si verifica di solito in età avanzata: più del 50% degli uomini di oltre 50 anni presenta i sintomi urinari della IPB. La disfunzione erettile  è invece una comune condizione che riguarda molti uomini. Può iniziare in camera da letto, ma può intromettersi anche in altri aspetti della propria vita, dalle relazioni interpersonali all’autostima. Circa il 52% degli uomini dai 40 ai 70 anni presenta sintomi di DE.1 Quindi, se pensi di avere la DE, ricordati che non sei solo. Alcuni problemi di erezione possono non durare a lungo o non comparire spesso, ma se si verificano di continuo o di frequente, potrebbero essere il segnale della presenza di DE. Ignorarli non è la soluzione. È importante discutere il problema con il proprio medico.

Ossitocina ormone per un orgasmo più intenso

ossitocina orgasmo

ossitocina orgasmo

Ossitocina, l’ormone dell’amore puo’ far decollare la vita sessuale, rendendo l’orgasmo piu’ intenso, specialmente negli uomini. Almeno questo e’ quanto emerso da uno studio dell’Hannover Medical School, in Germania, pubblicato sulla rivista ‘Hormones and Behaviour’.  Coloro che hanno “assunto” una dose di ossitocina prima di un rapporto sessuale, specialmente gli uomini, ha riferito di aver raggiunto orgasmi piu’ intensi cosi’ come livelli maggiori di soddisfazione dopo il sesso. “Il nostro studio dimostra che l’ossitocina puo’ alterare aspetti specifici dell’esperienza sessuale e le interazioni con il partner in coppie sane”, hanno riferito i ricercatori. Studi precedenti hanno dimostrato che l’ossitocina svolge un ruolo importante nelle relazioni. Ma pochi studi hanno esaminato se i livelli piu’ elevati di questo ormone influenzano il comportamento sessuale. Nella ricerca 29 coppie sane hanno usato uno spray nasale di ossitocina o uno con placebo prima di fare sesso nella propria casa. Dopo il rapporto sessuale, hanno annotato le loro esperienze, cosi’ come i sentimenti provati verso il partner. Mentre l’ossitocina non ha mostrato di avere alcun effetto sul desiderio o eccitazione sessuale sia sugli uomini che sulle donne, ha invece dimostrato di aumentare l’intensita’ dell’orgasmo, specialmente negli uomini. Infatti, gli uomini che hanno preso l’ossitocina hanno dichiarato di sentirsi piu’ soddisfatti dopo il sesso. Alcune donne hanno anche riferito che per loro e’ stato piu’ facile condividere i propri desideri sessuali con il partner durante il rapporto. Secondo i ricercatori, sarebbero necessari ulteriori approfondimenti per verificare se l’ormone puo’ aiutare davvero le persone con basso desiderio sessuale o con disfunzione erettile.

Sedile e sellino creano disturbi di erezione e impotenza

erezione e impotenza tra sedile e sellino

erezione e impotenza tra sedile e sellino

Erezione e impotenza. Possono essere indotte anche sedendosi. A molti uomini capita di avere un’erezione involontaria durante lunghi viaggi in auto, in treno o in macchina. È normale? Sì, è un fenomeno del tutto fisiologico: stare seduti a lungo su un mezzo in movimento è l’equivalente di appoggiare il perineo su un… vibratore gigante. In pratica, le vibrazioni del veicolo stimolano i nervi alla base del pene, attivando il tuo sistema parasimpatico che a sua volta intensifica l’afflusso di sangue in quella zona, con il ben noto effetto che tutti conosciamo. “Allo stesso tempo”, spiega l’urologo Thomas J. Walsh, direttore del Men’s Health Center dell’Università di Washington, “anche la tua immaginazione risente dello stimolo. Quando accendi questo sistema nervoso, attivi anche i sensori del piacere scatenando l’eccitazione sessuale.” Se sei arrivato a destinazione e non vuoi dare “spettacolo” appena sceso dalla macchina, Walsh consiglia di pizzicarti forte l’interno della coscia. Il dolore intenso attiverà altri nervi e la tua erezione evaporerà in un soffio. Se tu pedali spesso la sella della bicicletta sarebbe una “tortura per il perineo”. Quasi quanto una sedia elettrica. O una forma di castrazione ineluttabile a piccole dosi. Sono queste le conclusioni di due studi scientifici americani del serissimo professor Steven Schrader, del National Institute of Occupational Safety and Health e il dottor Irwin Goldstein che fanno venire paura a tutto il popolo della bicicletta. Per il primo, il problema non è sapere se il ciclista abituale (colui che pedala più ore alla settimana) diventerà impotente, ma quando, come racconta il quotidiano on line Rue89. Conviene comunque segnalare che la maggioranza dei suoi colleghi considerano che sarà coinvolto il 5% dei ciclisti. La spiegazione: l’arteria che alimenta il pene è compresso dal sellino. Risultato: il canale perde di elasticità. Addio all’erezione, dunque… La soluzione? Non andare più in bici, ovviamente. O acquistare una sella ortopedica.
Tra i fatti di cronaca a riguardo la notizia di sette settimane di erezione continua, assolutamente involontaria che hanno costretto un 22enne di Dublino a correre dal medico. Tutto pare sia partito da un incidente avuto dal giovane con la sua bicicletta. Nell’impatto era scivolato dalla sella e aveva sbattuto con violenza con le parti basse sulla barra della sua mountain bike. Ma anche in moto non si scherza, dopo quattro ore in sella alla sua Bmw del 1993 Henry Wolf si è ritrovato ad avere un’erezione durata ben venti mesi. Una storia che, seppure ha dell’assurdo, è finita in un’aula di tribunale. L’uomo ha citato in giudizio la Bmw e una ditta di selle per moto, la Corbin-Pacific, perchè proprio a causa della particolare sella “in rilievo” di cui è dotato il mezzo, il centauro ha dovuto sopportare una dolorosa e potente erezione durata 20 mesi.